PLAYLIST YOUTUBE  Clicca sul primo tasto in alto a sinistra "Playlist" e scorri l'elenco dei video che si evidenzierà nella porzione sinistra della finestra per scegliere il video 

Traduttore TRANSLATE

Archivio blog

Cerca nel blog

mercoledì 26 febbraio 2014

AL SIGNOR MINISTRO DI GIUSTIZIA ANDREA ORLANDO MISSIVA del dott. Paolo Ferraro

AL SIGNOR MINISTRO DI GIUSTIZIA centrocifra.gabinetto@giustiziacert.it
e p. c.
Al Capo di Gabinetto capo.gabinetto@giustiziacert.it
e p. c.
Al vice Capo di Gabinetto
Alla Direzione Generale Magistrati dgmagistrati.dog@giustizia.it

Signor Ministro,
Lei non mi conosce, se non come mi conosce ormai una significativa parte informata del paese, e questo La solleva da ogni possibile equivoco o polemica artificiale.
In una parola sono l'ex (per ora) magistrato assoggettato ad un provvedimento di dispensa firmato dal ministro pro-tempore il 7 febbraio 2013, dispensa che ha distrutto la credibilità e le immagini delle istituzioni e del CSM.
Anche perchè in diretta ed in rete, mediante dichiarazioni di persone informate sui fatti ho dato la prova finale ultima possibile di attività di attenzionamento che retroagiscono nel tempo, delle connessioni e rapporto tra un magistrato della Procura di Roma ed apparati militari deviati (eversivi) ed un quadro francamente insuperabile in ordine ad una attività di MOBBING criminale gestita attraverso una manipolazione di cui esistono e sono state vagliate da centinaia di migliaia di persone prove , su ogni aspetto.
Quando resomi conto per la prima volta di cosa si celava dietro un VERO e proprio ordito criminale, ed in rete la prova diretta da persona informata che esso nasce dalle mie qualità professionali, intellettuali e di indipendenza vera, non ho per un istante tentennato ed ho deciso nel 2010, dopo aver subito UN SEQUESTRO di persona di gravità inaudita nel 2009, di portare tutto alla luce aderendo al principio di doverosità della condotta mia, a fronte di fatti che attingono anche alla tutela di donne, minori, attività criminali di apparati coperte ed ogni altra cosa è dato evincere.
Tutto verificabile con la buona fede in base a indizi, prove e fonti dirette ed indirette.
Ma tutto accuratamente coperto da un SILENZIO assordante che non qualifico, perchè a Lei necessariamente note le matrici.
Mi limito qui a richiamare una nota intervista e dichiarazione pubblica di Walter Veltroni proprio del 2010, che ovviamente riferisce dello stesso apparato da me “incontrato” e della medesima cordata incistatasi anche nella Procura di Roma.
Provvedimento architettato ed originato infine dalla mia denuncia di attività coperte ed in ambiente militare protetto, poi dalle coperture eccellenti , svelate tramite la ragionevole certezza di metodi ed attività gestite da servizi ed apparati con diretta partecipazione di tre magistrati, infine persino attraverso la analisi del caso Marrazzo, indicando una partecipazione di attività coperte in ambiti militari e la presenza di elementi che conducono anche in quel caso non solo a via Gradoli ma anche alla Cecchignola ed al mondo militare “deviato”, ma anche la coesistenza di attività criminali parzialmente coperte a cavallo tra camorra criminalità organizzate ed apparati militari deviati. Proprio i traffici in parte scoperti dalla Procura di Teramo dove sono stato sentito come persona informata per tre ore nel novembre 2011.
Ovviamente la forma di progressione pubblica delle denunce ed analisi mie, condivise ed ascoltate oltreché lette ormai da milioni di persone, è stata il frutto pubblico della violenza criminale esercitata da una specifica cordata intenta al fine poi "praticato" a mio specifico danno, ed è stata “amplificata” anche dalla necessaria autodifesa.
Così ora l'Italia continua a vedere provvisoriamente dispensato dal servizio “il” magistrato, mai neanche oggetto di un rilievo professionale, addirittura indicato come il migliore finanche in una audizione del luglio 2010 verbalizzata, e "dispensato per inettitudine" in base alla più smaccata legge del contrappasso "invertita" mai applicata, costernato anche il foro romano.
Coinvolta una filiera di tre psichiatri legati storicamente ai servizi, fornite tonnellate di prove dirette, indirette ed audio e molto di più vi è anche un sospetto fondato, non certo solo mio, e oggetto di prova diretta da persona informata , di un ordito di lungo periodo, anche questo riscontrabile almeno per le vie brevi negli interna corporis anche a Lei NON preclusi.
La insostenibilità su vari piani, ed anche internazionale, di questa vicenda, e del crescendo di informazioni in atto, appare a sua volta evidente e non controvertibile.
La possibilità di revisionare la decisione adottata, alla luce di nuovo sopravvenuto vaglio e del principio immanente della permanente rivisitabilità dei casi e dei giudizi “tecnici” (veri od artefatti) vi è.
Così come emergono anche su un piano formale innumerevoli irregolarità, vizi , una sola attività a discrezionalità tecnica palesemente assurda e manipolatoria, contraddetta da una decina di vere analisi e consulenze e persino da una certificazione pubblica.
Certamente la questione è chi e perchè abbia creato questo tentativo di distruzione e da quando, e se esso fosse come è diretto semplicemente ad eliminare un magistrato studiato per qualità ed attitudini , compresa la reale indipendenza .
La ennesima richiesta di reimmettere oggi “il” magistrato Paolo Ferraro con i due piedi nella scarpa "deontologica", che ha dato prova da sempre e da prima dello scontro finale, di rispettare e ben conoscere per tutta la sua silenziosa carriera, si fonda sulla CERTEZZA matematica (riscontrata) che Lei, come il precedente Ministro, conosce o può conoscere solo alzando il telefono.
Ribadisco che i connotati di questa incredibile ed inaccettabile vicenda rischiano seriamente, per il loro palese carattere Kafkiano di divenire, nonostante tutti gli sforzi per nascondere, un caso ancor più internazionalmente significativo.
Tutti i dati, i documenti con link e banche dati in rete a disposizione, sono già stati inviati a suo tempo al dicastero che Lei amministra, quando tra i vice capo di gabinetto vi era già allora anche magistrato coinvolto e comunque consapevole trasversalmente delle vicende e testimone (Cons. Filippo Vitello). Anche su questo una prova da diretta telefonata resa pubblica .
Non so se dati e documenti siano stati a suo tempo potuti valutare dal Ministro pro tempore. E non credo che a Lei il Csm metterebbe a disposizione il faldone di prove con due DVD depositato a suo tempo e nascosto di fatto, pretermesso. Le basterebbe oggi una semplice telefonata al Ministro dell'Interno e una, anche orale, informativa, leale, tramite i servizi, che ci risultano avere tutto a loro conoscenza e portata di mano, per essere serenamente assicurato della corrispondenza a valori, diritto e diritti, ma anche all'interesse pubblico e dello Stato, di una scelta amministrativa ma anche politica, discrezionale ed equa, percorribile in regime, ripeto, di Autotutela amministrativa.
Le chiedo quindi, data la radicale FALSITA' di qualsiasi "umano" addebito (di professionale non se ne è parlato nemmeno) di valutare la possibilità, comunque pendendo contenzioso in itinere ed in previsione della ulteriore estensione dello stesso, di revocare il decreto di dispensa, per motivi anche in senso lato di Giustizia.
Previo ogni eventuale approfondimento Lei può porre in essere un atto dovuto, nel rispetto delle leggi e dei valori del nostro sistema, e ho motivo di ritenere che Ella possa avere un quadro completo.
Ovviamente il mio impegno pubblico contro le relative attività eversive, a difesa dei valori della giurisdizione e Costituzione, è noto e trasfuso in documenti analisi e conferenze e segnato da interventi più o meno autorevoli di intellettuali e giornalisti. La mia storia di magistrato indipendente con radici di sinistra note, ma che creavano solo rispetto per la pulizia e trasparenza del mio agire giudiziario, è a portata di Sua conoscenza.
Con persistente fiducia nella legalità dello Stato Costituzionale attendo il gesto istituzionale che ridarebbe quel minimo di credibilità necessaria alle istituzioni e porgo a Lei e a chi voglia impedire questa deriva criminale, pericolosa per tutti e da tutti i punti di vista, l'invito a non temere di agire serenamente, secondo coscienza, verità, diritto e valori aderenti alla nostra Costituzione.
Le allego l'indicazione di una scheda informativa, tra le tante , già in rete, e già idonea mediante link ipertestuali e rinvio a banche dati a fornire un quadro completo.
Da ultimo Le indico che alle dimissioni da Magistratura Democratica di Giancarlo Caselli e di altri, nonché alle dimissioni dalla magistratura di molti, può fare da contraltare il rientro consapevole e serio del magistrato che Le scrive, potendosene agevolmente cogliere contesto e fini .
Un rientro, avversato e temuto da coloro che tramano all’ombra delle istituzioni, per assicurare almeno una vera presenza indipendente e consapevole nel mondo della giurisdizione piegato da attività meno visibili , quelle stesse che preoccupano sinanche l'arco politico di Governo [ http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/pier-luigi-bersani-prima-intervista-dopo-intervento-si-deve-votare-fiducia-223bd6af-63cb-4c4b-9815-e14584eee64b.html ]. Ormai quel novanta per cento che ho potuto apprendere è di pubblico dominio e lo sarebbe il restante .
Chiedo infine, e questa richiesta per la prima volta diretta al Ministro di Giustizia, di poter essere ascoltato direttamente da Lei, consapevole della delicatezza dei nodi ed interessi toccati, segnalandoLe, per la sincerità che mi contraddistingue, che non avrei mai potuto immaginare esattamente quanti e quali interessi toccai nel momento che mi accorsi di quel che si muoveva. La data risale al novembre 2008 e di mezzo ci sono due declaratorie ed una di assoluta “attitudine “ con tanto di sottolineatura in sede di istituzionale delle peculiari doti professionali di chi Le scrive . Ma il TERZO procedimento fu riaperto quando si era venuti a sapere che intendevo aprire alle conoscenze istituzionali la intera situazione , da me appresa, non volendo e subendo .
Debbo infine ribadire , anche se le apparirà ovvio, che il dovere di un magistrato è di non soggiacere ad alcuna violenza, diktat , minaccia, ricatto ed attività illegale . In questo consiste il riconoscere il principio di obbedienza ( alla Costituzione ) e solo in questo. A questo solo dovere potevo aderire e non avevo scelta, se non violando identità e giuramento fatto.
Roma 24 febbraio 2014
Paolo Ferraro



NOTA 1





NOTA 2

Una intera banca dati tra le tante , completa , è accessibile in rete all'indirizzo https://mega.co.nz/#F!UEJAGbKb!EwSLospLQUr8pMN0pH-ulg


ADDE 3 






ADDE 4 

UNA TRA LE INCHIESTE PIU' GRANDI PRONTA ED A PORTATA DI CLICK ... E A PORTATA DI MERO AMORE PER LA LIBERA PROFESSIONE DELLA INFORMAZIONE (VERA) E PER LE ISTITUZIONI (COMMISSIONE PARLAMENTARE).  
UNA TRA LE PIU' GRAVI  MANOVRE MAI ORCHESTRATA A DANNO DI UN MAGISTRATO, ECCELLENTE,   PUBBLICA. 
DA ESSA  E' SCATURITA  
MONDO TAVISTOCK:  COLLOQUIO REGISTRATO,  DA PERSONA INFORMATA.


ADDE 5 
Una ennesima telefonata a prova . Il 24 Gennaio 2011 Paolo Ferraro, magistrato in regolare servizio della Procura di Roma, decide di telefonare a Salvatore Vitello, un magistrato di Cassazione di peso e di proverbiale “profilo basso” programmatico, già magistrato della Procura di Roma, promosso Procuratore capo di una Procura calabrese dall'estate del 2009, ma con vari e rilevanti incarichi istituzionali alle spalle ed in atto .... 
http://paoloferrarocdd.blogspot.it/2013/11/i-ministri-ombra-e-lombra-dei-ministri.html

Nessun commento:


DOWNLOAD DA GOOGLE DRIVE

Download














In locale l'intero blog paoloferraro.blogspot.it visionabile completamente come in rete. Cliccando sul tasto sopra scaricherete sul vostro pc un file zip col nome del blog: cliccando sopra il file e cioè scompattandolo con un programma qualunque che gestisce i file compressi, sul vostro pc verrà creata una directory col nome del blog archivio. Nella directory troverete il file index.html in vista, tra tante altre sotto directory. Cliccando su questo file navigherete in tutto il blog ed in tutta la documentazione e tutte le pagine in locale.


N.B. copiando tutto il contenuto da voi scaricato su un CD o DVD sarete in grado di regalare far visionare e diffondere due blog offline completi: un pensiero e regalo innovativo.

Il BLOG paoloferrarocdd.eu off line da scaricare e regalare


DOWNLOAD DA GOOGLE DRIVE

Seguendo le semplicissime istruzioni sopra ( scarica - scompatta e clicca poi su index.html) potete scaricare ed avere a disposizione il blog paoloferrarocdd.eu in locale, con tutti gli articoli, ed altresì con l'indice nuovo riordinato (il tutto alla data del 16 dicembre 2015 in attesa del blog e regalo integralmente aggiornato a Pasqua 2016 )


N.B. copiando tutto il contenuto da voi scaricato su un CD o DVD sarete in grado di regalare far visionare e diffondere due blog offline completi: un pensiero e regalo innovativo.

CELLULARE +39 3929069339
VIDEO CHIAMATE
ooVoo paoloferraro
SKYPE paolo.ferraro65
Chiamata diretta skype

Ascolta leggi valuta e condividi articolo per articolo










Oggi presso Italia


IL PAESE DEVE SAPERE ..






CLICCA SUI SINGOLI TASTI DI CONDIVIONE PER OGNI ARTICOLO NEL POST O SU SCOOP, OPPURE SUL TASTO "SHARE" ACCANTO, NELLA COLONNA DESTRA DEL BLOG, CHE CONSENTE DI CONDIVIDERE SU 19 NETWORK A TUA SCELTA L'INTERO POST DEL BLOG.

PUOI ANCHE COPIARE L'INTERO POST ED INCOLLALO SU MAIL ED INVIARLO COI TUOI INDIRIZZI E A TUTTI GLI INDIRIZZI CHE TROVI UTILI.


ORA E' IL MOMENTO DI DIFFONDERE TRA TUTTI:


IL PAESE DEVE SAPERE ..


BISOGNA FAR SAPERE AGLI ITALIANI


http://diffusionecdd.blogspot.it/2015/09/diffusione.html






SCOOP LA GRANDE DISCOVERY SU

SCOOP ED FB

IN 63 ARTICOLI E MILLE PROVE






SCOOP ALTRI CANALI




















SIETE ORA SUFFICIENTEMENTE MATURI ED INFORMATI PER LEGGERE ED ASCOLTARE IN MODO ATTENTO COMPLETO E CONSAPEVOLE:


IL MEMORIALE DEL 7 MARZO 2011


IL DOCUMENTO SU PISTA FAMILIARE E USO ETERODOSSO DEL DIVORZIO ( e allegati )


LE PROVE AUDIO della CECCHIGNOLA e relative contestualizzazioni


GLI ESPOSTI DENUNCIA MEMORIE AL CSM CHE SMASCHERAVANO GIA’ NEL 2012 LA MANOVRA CRIMINALE SOTTESA E LA IDENTITA' DI QUESTO PERICOLSO APPARATO DEVIATO


LA LETTERA DI NON DIMISSIONI ( l’opposto di ciò che hanno fatto i tanti magistrati martirizzati in silenzio dall’apparato deviato )



ORA POTETE SINO IN FONDO CAPIRE DA SOLI QUALE FOSSE LA POSTA IN GIOCO:


PERCHE’ DOVEVA ESSERE DISTRUTTO IL MAGISTRATO PAOLO FERRARO


PERCHE’ OPERARONO DI CORSA IN CONTRO TEMPO PER TENTARE DI ARGINARE LA INFORMAZIONE E DENUNCIA PUBBLICA CHE AVREI SVILUPPATO E CON QUALE ARCHITETTURA CRIMINALE SI MOSSERO


QUALE DISEGNO E GESTIONE DEL REALE POTERE DOVESSERO DISPERATAMENTE NASCONDERE


SE VI FOSSERO IN GIOCO E QUALI COMPONENTI DEVIATE ( E COME OPERASSERO )


COSA TEMEVANO CHE POTESSE ANCHE EMERGERE


COME ABBIANO OPERATO NEL SILENZIO


COME ABBIANO ATTIVATO LA FINTA CONTROINFORMAZIONE CHE COSTRUIVA IL MITO DI PSEUDO ASSOCIAZIONI CHE COPRIVANO POTERI REALI


E PERCHE’ SOLO PAOLO FERRARO POTEVA ARDIRE E DENUNCIARE RICOSTRUENDO TUTTO E CONTESTUALIZZANDO TUTTO ( SENZA IL TESTIMONE CHE CONTESTUALIZZA LE PROVE OGGETTIVE NON ESISTONO E NON HANNO UN LORO AUTONOMO SENSO COMUNQUE )


COME SIANO ARRIVATI A COMPIERE L’ERRORE MADORNALE DI METTERE IN MANO AL MAGISTRATO PAOLO FERRARO LA PROVA CERTA OBIETTIVA ED INDELEBILE DELLE MANOVRE FATTE E REATI CONNNESSI IN UN CASO EMBLEMATICO


CON QUANTA VOLGARE SICUMERA E VIOLENZA ABBIANO TENTATO DI ARGINARE LA INFORMAZIONE ANCHE A LIVELLO DI CONTROINFORMATORI DI REGIME ATTRAVERSO QUELLO CHE ORMAI IN MOLTI CHIAMANOIL "PROTOCOLLO PETTEGOLO“ ( Derisoriamente)


QUANTA INTELLIGENZA E SENSIBITA’ INTELLETTUALE IMMISERO NEI LORO DUE STUPENDI SCRITTI LUCIANO GAROFOLI ED ENRICA PERRUCCHIETTI QUANDO ANCORA STAVO CENTELLINANDO PROVE ED ANALISI



QUANTO SENSIBILE IMPEGNO SIA STATO MESSO DAI MIGLIORI DI VOI ( per ora ) AVENDO CAPITO BENE E STUDIATO …


PERCHE PAOLO FERRARO ERA ED E’ AMATO E STIMATO DALLA POLIZIA GIUDIZIARIA E DAI MIGLIORI MAGISTRATI NON CRIMINALI E DEVIATI


ORA AVETE INFINE quindi DAVANTI, ED ATTRAVERSO ME E LE VICENDE A ME COLLEGATE, UNO SPACCATO CRIMINALE DI POTERI DEVIATI CHE APRE LE PORTE A TUTTO QUELLO CHE DI CERTO ED INDICIBILE ABBIAMO INDICATO E ANALIZZATO COME DIRETTI TESTIMONI.


UN ORDITO CRIMINALE PLURIENNALE :

IL CASO FERRARO I SILENZI COLPEVOLI O CRIMINALI

UN BEL GUAZZABUGLIO INTERAMENTE DISTRICATO

RITROVANO NOTIZIE PREZIOSE SULLA INDAGINE FIORI NEL FANGO

IL RUOLO CRIMINALE E MALATO GIOCATO DA UNA FETTA DI MAGISTRATI DEVIATI DELLA PROCURA DI ROMA CHE AVEVA TUTTO DA PERDERE SE FOSSE USCITO FUORI QUELLO CHE AVEVANO COMBINATO , A PARTIRE DA PAOLO FERRARO

E qui un ringraziamento non alla rosa ma alla Margherita ...

GUARDA IL BLOG CDDGRANDEDISCOVERY SU ALTERVISTA

GUARDA IL BLOG CDDGRANDEDISCOVERY SU ALTERVISTA
GUARDA IL BLOG CDDGRANDEDISCOVERY SU ALTERVISTA

La musica che trasmette sentimenti, valori e li testimonia oggi più che mai fà politica

LETTTERA AI MAGISTRATI

LETTTERA AI MAGISTRATI
LETTTERA AI MAGISTRATI

CDD Comitato Difendiamo a Democrazia

OCCORRE riunire e fondere insieme valori cristiani, valori laici, programmi contro le massonerie nere ed i poteri occulti, deviati e non, progetti di democrazia diretta ed economico sociali ridisegnando le ideologie e superando il declino in atto, governato da oligarchi e trasversali alleanze di vertice.

ORA LA SUPERGLADIO E' ALLO SCOPERTO

Una lunga ma veloce marcia verso una nuova società per mettere amorevolmente alla porta massonerie deviate, poteri forti e capitalismo finanziario, facendo fallire il progetto più inquietante della storia della umanità, ma anche gli altri di riserva portati avanti da chi vuole perpetuare dominio e sopraffazione . Occorre perciò riunire e fondere insieme valori cristiani, valori laici, programmi contro le massonerie nere ed i poteri occulti, deviati e non, progetti di democrazia diretta ed economico sociali ridisegnando le ideologie e superando il declino in atto, governato da oligarchi e trasversali alleanze di vertice. Realizzare per la prima volta una reale democrazia diretta e ripartire da una riformulata sovranità nazionale e monetaria con nuove alleanze geopolitiche, superando le obsolete distinzioni ideologiche e creando un sistema di idee e valori del TERZO MILLENNIO. non è utopia è una necessità storica . La costruzione di un intellettuale collettivo diviso in aree tematiche di lavoro, l'uso massiccio e sistematico della rete , la creazione di metodologie di intervento che consentano di arrivare capillarmente in tutti il luoghi informatici e di creare dibattiti, contraddizioni, crescere allargandosi continuamente, e disarticolare false convinzioni ed apparati , costituisce lo strumento operativo del pari necessario e coerente al fine .

Una strategia che fermi e vinca le diverse teste dell'Idra cambiando anche il corpo socio economico del mostro ,e sostituisca il potere dei popoli ai grandi poteri finanziari , impattando tutti i progetti striscianti finalizzati al dominio e controllo nell'occidente , attraverso corpi dello Stato, corpi politici, esercito e psichiatria e scienza deviati e criminalità organizzate .

CDD

CDD

CDD3

CDD3

paoloferraroCDD

Loading...

CDDpaoloferraro

Loading...

CDD

Loading...



PETIZIONE CASO FERRARO LEGALITA' MAGISTRATURA CENTRI DI POTERE DEVIATI


https://www.change.org/it/petizioni/sig-ministro-di-giustizia-il-magistrato-paolo-ferraro-torni-a-fare-il-magistrato

IL MAGISTRATO PAOLO FERRARO TORNI A FARE IL MAGISTRATO!

Le istituzioni non si debbono privare di un magistrato indipendente e professionale, colpito con strumenti subdoli ed artificialmente costruiti per aver denunciato fatti che coinvolgono élites ed apparati deviati, quando tutto il Paese ne ha avuto le prove.

https://www.evernote.com/shard/s207/sh/5e23c80e-b9a2-4e57-a91e-e77faa00fa8e/8fdb42da779ee8b922073db7d68dba45